sicurezza-seggiolino.jpgQuando arriva un bambino bisogna accoglierlo nel migliore dei modi e preparare il "corredino" e tutto il necessario. Di quest'ultimo fa parte anche il seggiolino per il trasposto sicuro in macchina. I seggiolini che, apparentemente sembrano tutti uguali, in realtà hanno delle caratteristiche che li differenziano e che bisogna vagliare attentamente, controllando i vari parametri in base ai quali si possono definire i migliori seggiolini per auto sul mercato.

 

Sicurezza e comfort


Il seggiolino deve soddisfare soprattutto requisiti di sicurezza perché la funzione del trasporto è complementare rispetto a quella di difendere i bambini dai potenziali pericoli quando si trovano in auto. E' una certezza però che i seggiolini vanno cambiati nel tempo, principalmente in rapporto al peso del bambino e quindi all'età, e si deve tenere presente che fino a 12 anni d' eta (o 36 kg), la legge impone l' obbligo del seggiolino o del cosiddetto "rialzo".

In questo arco di tempo è presumibile che il seggiolino possa essere cambiato dalle 3 alle 4 volte.

Le sostituzioni del seggiolino non possono essere definite con precisione, in quanto molto dipende dai modelli che man mano si scelgono e che possono "coprire" periodi più o meno lunghi rispetto alla crescita del bambino.

In tal senso la sicurezza mentre si viaggia in auto va di pari passo con il comfort del piccolo, che deve sentirsi a suo agio, con una postura corretta, la testa in posizione naturale e che abbia un buon sostegno, e soprattutto il tipo di aggancio all'abitacolo sul sedile posteriore o anteriore, che garantista estrema stabilità anche in caso d'incidenti, curve e sobbalzi.

La prima regola è comunque "mai senza seggiolino" senza fare l'errore di pensare che, siccome sono molto piccoli e hanno pochi mesi, possono essere tenuti in braccio anche sul sedile anteriore.

La scelta tra i gruppi idonei a peso, età e altezza

crescita bambinoCi sono tanti seggiolini n commercio e la normativa che regola la loro fabbricazione, omologazione e commercializzazione tiene conto delle tre variabili più importanti che sono peso, età, altezza. La scelta del migliore seggiolino per i vostri bambini è suddivisa quindi in categorie o gruppi indicati con i numeri da 0 a 3 (0, 0+, 1,2,3).

Per ognuna di queste variabili, ovviamente combinate, c'è il seggiolino giusto, a cominciare da quello per i neonati da 0 a 12 mesi che corrisponde al gruppo "0". Si tratta di una "culla", anche questa ben ancorata, dove il neonato viene adagiato in posizione supina per viaggiare tranquillo sul sedile posteriore. E' comodo soprattutto perché i neonati possono dormire senza sbalzi e in tranquillità.

Ci sono poi i seggiolini del gruppo "0+" che sono indicati per i bambini che hanno un peso entro i 13 kg, e sono detti anche ovetto. Sono quelli che si posizionano sul sedile anteriore nel senso contrario alla marcia e si fermano con la cintura. Alcuni sono dotati di copertina avvolgente che favorisce una stabilità ancora maggiore. Al gruppo "1" ci sono già i seggiolini che vanno bene per bambini fino ai 18 kg e che vengono posizionati con il senso favorevole alla marcia sul sedile posteriore.

Per i bambini dai 15 ai 25 kg ci sono invece i seggiolini del gruppo "2" che possono anche solo includere un semplice rialzo perché il bambino possa indossare la cintura sul sedile sempre posteriore. Anche i seggiolini del gruppo "3" hanno la stessa funzione ma per bambini dai 20 ai 36 kg.

In commercio si trovano anche seggiolini che possono includere due gruppi e quindi costruiti in modo estremamente versatile, quindi regolabili e adattabili. E' questo un primo indizio che definisce quale seggiolino acquistare e, in ogni caso, qualsiasi sia la scelta, dovrà essere contrassegnato da un marchio con la scritta "ECE" che indica prodotti certificati che hanno superato tutti i controlli, compresi quelli dei crash test.

Caratteristiche per riconoscere un seggiolino per auto omologato.

Per avere la sicurezza di aver acquistato uno tra i migliori seggiolini sul mercato questo deve essere omologato e la legge impone che solo quelli che riportano una certo contrassegno possano essere commercializzati. Osservate bene la stessa etichetta e imparate a decifrare quello che c'è scritto sopra, per sapere le reali caratteristiche del seggiolino.

Tutti quelli omologati devono riportare la sigla "ECE R44" alla quale si possono aggiungere accanto altri due numeri come "04" che è il codice che indica la versione più recente della normativa (Normativa Europea UN/ECE R44/04), in numero progressivo. C'è anche l'omologazione entrata in vigore da qualche anno che reca la sigla "UN R129" ed è basata sull'altezza del bambino che determina la fabbricazione del seggiolino ed è comunque valida.

Se leggete la sigla "E3" indica che il prodotto è di fabbricazione italiana mentre quella di altri stati sarà contrassegnata con altri numeri preceduti sempre dalla lettera "E".

Ogni paese ha naturalmente la sua sigla che lo qualifica ma in ogni caso indica l'omologazione. Infine troverete indicato anche il peso (per esempio 25 kg) per il quale il seggiolino è adatto. Se trovate poi la dicitura "universal" vuol dire che il montaggio dello stesso seggiolino è adatto a tutti i tipi di vettura.

La nuova tecnologia di montaggio Isofix

I seggiolini costruiti secondo la normativa suddetta più recente sono predisposti a essere montati nell'abitacolo secondo la nuova tecnologia Isofix che permette di agganciare il seggiolino in 3 punti con dei ganci in metallo.

Controllate quindi che la vostra auto sia predisposta ma, in ogni caso anche se non lo è, i seggiolini prevedono il montaggio tradizionale con la cintura di sicurezza.

La tecnologia Isofix è comunque la più sicura perché non si serve soltanto delle cinture ma di 3 punti dove ancorare stabilmente il seggiolino in modo semplice e veloce.

Questo metodo impedisce al seggiolino di fare brusche rotazioni e "disarcionare" il bambino o rovesciarsi in caso di urto, frenata o incidente. Il fatto che un seggiolino sai dotato di questa innovazione tecnologia lo pone tra i migliori perché significa che la casa costruttrice si è adoperata per garantire non solo maggiore sicurezza ma anche che è proiettate verso l'innovazione con più comfort per il bambino.

Potete comunque controllare se la vostra auto è predisposta sia sul libretto delle istruzioni che sui siti della varie case costruttrici di seggiolini, che facilitano la scelta anche in questo senso.

I requisiti di un seggiolino confortevole

Al di la del gruppo di appartenenza di un seggiolino deve essere costruito in modo che il bambino possa adagiarsi senza assumere posizioni sbagliate o troppo rigide.

Il tessuto deve essere traspirante in modo che, anche se in macchina non c'è l'aria condizionata, la pelle possa respirare evitando che il bambino sudi.

Lo schienale deve essere regolabile non solo per sostenere la schiena ma per favorire anche i momenti di riposo e di gioco. Allo stesso molto il poggia testa deve dare la possibilità al genitore di adattare il seggiolino all'abitacolo e alla sua all'altezza, per evitare che durante la marcia possa avere troppe sollecitazioni. Il poggia testa deve "contenere" comodamente il capo del vostro bambino quindi anche che mentre dorme, o state facendo una curva o malauguratamente avete avuto un tamponamento. La testa insomma deve essere ben sostenuta e non penzolare disturbando continuamente il sonno.

I braccioli imbottiti sono un'altra importante caratteristica dei migliori seggiolini in commercio perché aiutano la stabilità del bambino e gli permettono di appoggiare comodamente le mani e le braccia senza che rimangano ciondolanti.

Il montaggio del seggiolino

Molti genitori sono preoccupati per il corretto montaggio del seggiolino in auto specie se sono alle prime armi. Assicuratevi che nella confezione di vendita ci siano le istruzioni in italiano e fatevi comunque consigliare da chi ha più esperienza di voi.

Il corretto montaggio infatti è alla base della sicurezza dei vostri bambini, in quanto le statistiche dimostrano che anche questo è uno dei motivi di ferimento dei bambini a bordo.

Il prezzo del seggiolino

In un periodo di crisi come questo molti sono tentati di risparmiare su un oggetto di fondamentale importanza come il seggiolino ed è sbagliato.

I prezzi possono variare da poche decine di euro, ed è in questo caso che dovete diffidare e approfondire i dovuti controlli dell'etichetta, fino a diverse centinaia di euro.

E' vero che le migliori marche conosciute sul mercato sono anche quelle con i prodotti migliori quindi, quando si tratta dei seggiolini, non lesinate perché si tratta di un investimento per la sicurezza e la protezione dei vostri figli.

I materiali di costruzione dei seggiolini

Anche i materiali di costruzione sono importanti quindi verificate che la scocca sia di polistirene espanso, che il rivestimento sia completamente lavabile e che la stoffa sia ipoallergenica per evitare al bambino disturbi come irritazioni da contatto o manifestazioni allergiche, come asma e prurito.

Prima di acquistarlo in un negozio, provatelo con il bambino e verificate se per lui è realmente comodo. Se invece lo acquistate on line assicuratevi che abbia la formula "soddisfatti o rimborsati" o che comunque preveda la restituzione o il cambio.